Una gita ad Amalfi: come raggiungere la località Campana

Amalfi è la località che dà il nome alla rinomata costiera amalfitana, da Vietri al Mare fino a Punta Campanella. Ogni anno arrivano sulla costiera varie migliaia di turisti, attirati dalle bellezze del luogo. Raggiungere queste zone non è difficile, perché si trovano abbastanza vicino a grandi città, come Roma e Napoli, anche se la città più vicina è Salerno. Per organizzare una vacanza sulla costiera Amalfitana potete trovare tutte le informazioni necessarie sul sito Costieraamalfitana.com.

Come arrivare

Amalfi è una località unica nel suo genere, costituita da palazzi abbarbicati tra le rocce, lungo la Valle dei Mulini e delle Ferriere. L’uomo abita in questi luoghi da millenni, attirato dalla ricchezza del territorio e dalle ampie possibilità date dal vicino mare. Peer giungere sulla costiera conviene arrivare a Napoli in treno, la città è servita in modo ottimo e, vicino alla stazione dei treni si trovano con facilità mezzi pubblici che giungono fino a Sorrento e Amalfi. Per chi viaggia in aereo la meta più corretta è Roma, da dove si parte alla volta di Napoli o di Salerno, in treno. Volendo si può giungere ad Amalfi anche in auto, ma conviene ricordare che le strade di queste zone sono particolarmente tortuose e, per gran parte dell’anno, sono anche molto trafficate. In buona parte del paese di Amalfi inoltre la circolazione in auto è totalmente vietata, quando non impossibile, a causa delle strette strade, più adatte alle passeggiate a piedi. Per questo motivo moltissimi turisti preferiscono utilizzare i mezzi pubblici per arrivare in queste zone, noleggiando poi un mezzo privato direttamente in loco.

Attrazioni imperdibili

Amalfi è nota in tutto il mondo per le sue coltivazioni di limoni, che meritano sicuramente una visita. Nonostante questa località sia spesso ricordata per le chiese e i palazzi, si tratta di una zona ricca di opportunità per chiunque, anche per chi ama il trekking e le passeggiate nella natura. Amalfi infatti poggia su delle colline rocciose, divise a metà da una stretta vallata, conosciuta come Valle dei Mulini e delle Ferriere. Qui è possibile percorrere sentieri che si dipanano lungo lo stretto torrente Canneto, particolarmente piacevoli e di diversa difficoltà e lunghezza. Bastano un paio di ore per riuscire a godere appieno della natura rigogliosa di queste zone e per ammirare la Woodwardia radicans, una pianta rampicate che vive solo qui, ricordo del periodo pre glaciale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi