Capodoglio ucciso da 29 chilogrammi di plastica

Capodoglio ucciso

Capodoglio ucciso: è stato un triste episodio in Spagna. Un capodoglio è morto dopo aver ingerito molti rifiuti di plastica presenti in mare, a causa della negligenza delle persone

Capodoglio uccisoIl nostro ecosistema è molto delicato e ciò è stato purtroppo dimostrato ancora una volta dopo che un povero capodoglio è stato ritrovato senza vita in spiaggia in una località nei pressi del faro di Cabo de Palos, a Murcia.

Il triste fatto si era verificato qualche mese fa, ma solo adesso si è venuti a conoscenza della causa che come in quasi la totalità dei casi vede l’uomo responsabile, a causa delle azioni sbagliate e scorrette nei confronti dell’ambiente: la relazione autoptica ha rivelato che nel suo stomaco erano presenti ben 29 chilogrammi di plastica, che avrebbero causato una grave peritonite al giovane maschio di una decina di metri e di circa sei tonnellate di peso.

La specie marina dei Capodogli insieme a quella delle orche è forse la più grande in assoluto e potrebbe sembrare che essi siano animali fortissimi ed indistruttibili, ma purtroppo a causa dell’inquinamento la verità è un’altra e a stabilirlo è anche la Spagna che ha classificato il capodoglio come specie vulnerabile e a rischio estinzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi