Category Archives: economia

Home / news / economia
15 Posts

Da alcuni giorni circola la voce sia tra persone che con articoli su social e quotidiani , di una possibile sospensione della copertura assicurativa su auto e moto.
Nessuno però si è impegnato a sottolineare o meglio a spiegare alla popolazione Italiana questa grande opportunità visto  che, in questo periodo, soffre già di grandi problemi economici legati al lockdown causato dal propagarsi del Corona Virus.

More Link

Antitrust multa per la Tim

Antitrust Multa per la Tim: la nota azienda è stata multata per ben 4,8 milioni di euro, a causa di un comportamento che non è per nulla piaciuto all’autorità vigilante in materia. Ecco cosa è accaduto

Antitrust multa per la TimL’Antitrust ha multato la Tim per 4,8 milioni di euro. È accaduto in questi giorni, ma vediamo esattamente cosa è successo e quali sono state le condizioni in merito.

L’autorità vigilante in materia ha multato la Tim in quanto non sarebbe stata chiara sui costi riportati su un‘offerta relativa alla fibra ottica durante delle precise campagne pubblicitarie: una sorta di pubblicità ingannevole, insomma, che non ha permesso agli utenti di ottenere la giusta tutela e che quindi ha rappresentato una condizione da non sottovalutare.

In pratica, le offerte pubblicizzate da TIM avrebbero omesso dei costi aggiuntivi in relazione alla velocità raggiunta dalla fibra: e se è vero che la fibra avrebbe raggiunto una velocità massima, è anche vero che ciò sarebbe successo soltanto attivando un’opzione a pagamento.

Al giorno d’oggi, insomma, tra le compagnie telefoniche è in atto proprio una vera battaglia al fine di accaparrarsi l’ultimo cliente: lo stile pubblicitario che esse assumono risulta essere spesso non chiaro e atto ad informare bene l’utente.

Clienti Vodafone exclusive

Clienti Vodafone Exclusive: come si diventa abbonato e quali sono le condizioni di questa opportunità

Clienti Vodafone exclusiveLe opportunità in più per i clienti Vodafone Exclusive sono davvero tante e vale sicuramente la pena di ricordarle: infatti, il noto operatore telefonico che oggi è uno dei migliori e dei più propositivi sul mercato, ha reso possibile una maggiore e migliore fidelizzazione del cliente rispetto a quanto non sia avvenuto, invece, con altri operatori telefonici.

Ma vediamo in cosa consiste e come si attiva Vodafone Exclusive: questa interessante opportunità per il cliente può essere attivata in qualunque momento, collegandosi sul sito web dell’operatore telefonico oppure recandosi presso un negozio autorizzato. Il costo di questa opportunità è di circa 1,90 euro al mese e non prevede tuttavia alcun costo di attivazione: è però necessario che, per poter accedere a questa interessante proposta, vi sia il possesso di un’offerta di traffico dati in atto.

Molte sono le funzionalità di questo prodotto, che permette, ad esempio, di ottenere abbonamenti digitali – come quello con il gruppo Mondadori, di cui è possibile ottenere una rivista come Donna Moderna, Grazia, Chi e molte altre – attivabile fino al 30 settembre. Dal 3 luglio, poi, chi ha un abbonamento con Vodafone Exclusive potrà anche accedere alle mappe senza consumare i suoi giga.

 

 

Mappe senza dati

Mappe senza dati: consultazione per mezzo di Vodafone Exclusive senza il consumo dei propri dati come previsto sul piano tariffario

Mappe senza datiTutti coloro che sono clienti Vodafone Exclusive avranno una marcia in più rispetto agli utenti e clienti di molti altri operatori telefonici virtuali: infatti, la possibilità è data dal fatto che il cliente del noto operatore di colore rosso potrà consultare le mappe senza che venga in alcun modo consumato il pacchetto di dati previsto.

Ma non solo: perché questa interessante novità che si predispone a partire dallo scorso 3 luglio prevede anche che il cliente Exclusive, oltre a poter consultare le mappe, abbia anche la possibilità di ottenere un abbonamento digitale di un anno ad una rivista che fa parte del gruppo Mondadori. Cosa bisogna fare per ottenere questa interessante proposta? È solo necessario essere cliente Vodafone Exclusive: questa interessante proposta di risparmio, infatti, è già inserita all’interno del contratto di base con Vodafone e non si dovrà pertanto utilizzare alcuna opzione aggiuntiva. Ovviamente, perché avvenga l’attivazione di questa interessante opportunità, è necessario utilizzare solo le app convenzionate, come ad esempio Google Maps, Here We Go, Waze, Via Michelin e molto altro ancora. Per sapere quali sono le app convenzionate non rimane che collegarsi al sito Vodafone e poter così ottenere tutte le informazioni.

Coop voce marzo 2017

Coop Voce marzo 2017: si può risparmiare con 9 euro al mese avendo 1000 minuti, messaggi e 3GB di Internet

Ottime possibilità di risparmio sulla telefonia e sull’uso di smartphone fuori casa: oggi parliamo di una proposta molto interessante che, a sorpresa, non deriva da uno dei colossi in materia di telefonia – come può esserlo Vodafone o da Tim – ma da un operatore più giovane ma comunque ricco di proposte ed opportunità. Oggi parliamo delle offerte Coop Voce che sono state previste non solo per il mese di marzo, ma anche fino ai primi giorni di aprile: vediamo in cosa consiste questa offerta e di cosa si tratta nello specifico.

Coop voce marzo 2017Coop Voce marzo 2017: con questa interessante proposta si può contare su minuti, messaggi e rete Internet a partire da 9 euro al mese. In sostanza, Coop offre ai suoi clienti telefonici la possibilità di chiamare, messaggiare, ed utilizzare anche la rete Internet fino ad un tetto massimo di 3GB ogni mese, al costo di 9 euro. I minuti per chiamare sono 1000, ed altrettanti sono i messaggi a disposizione del cliente, che possono, tra l’altro, essere inviati a tutti gli altri clienti.

Questa offerta interessante – a 9 euro al mese – può essere attivata per tutto il mese di marzo e fino al 9 aprile 2017 – salvo eventuali proroghe – al prezzo iniziale di attivazione della scheda di 10 euro, ma con 5 euro inclusi.

 

mutuo tasso

Il mutuo prima casa si conferma anche in questo inizio 2017 il più gettonato dagli italiani.Esso è un particolare prestito ipotecario rivolto a coloro che ancora non sono proprietari di un immobile, ma che desiderano diventarlo ed è senza ombra di dubbio la tipologia di mutuo più diffusa in Italia. More Link

Gelo frena saldi

Gelo frena saldi: commercianti delusi e pessimisti; acquirenti sempre meno interessati agli sconti

Il gelo delle ultime settimane sembra aver ghiacciato anche l’interesse dei consumatori nei confronti degli acquisti in saldo: sono sempre di meno, infatti, le persone che nel periodo degli sconti effettuano acquisti cumulati, segno che probabilmente la crisi continua a colpire i portafogli degli italiani, con evidenze pessimistiche di un certo rigore. Ma non solo. Secondo Confcommercio, uno dei motivi per cui, in questo 2017 appena iniziato, la corsa ai saldi parte a rilento e piuttosto timidamente, sembra essere il freddo delle ultime settimane, che ha bloccato una buona parte di italiani a letto con l’influenza.

Gelo frena saldiI commercianti sono evidentemente delusi e pessimisti di fronte ad un atteggiamento quasi del tutto disinteressato degli acquirenti, ma probabilmente, secondo i più ottimisti, per la corsa ai saldi bisognerà attendere ancora qualche giorno, ovvero quando il freddo inizierà a diminuire e con esso anche i mali stagionali, che hanno contribuito alla resa dei clienti di fronte agli acquisti di massa.

Il freddo, quindi, potrebbe essere complice del marcato disinteresse nei confronti dei saldi invernali: si potrà sapere con certezza se le cose stanno davvero così, solo attendendo ancora qualche giorno, quando le temperature saranno in calo ed il week end potrà regalare ai commercianti qualche entrata in più.

Saldi 2017 critici

Saldi 2017 critici: Confesercenti negativa su tradizione sconti invernali ed estivi. Non attirano più: ecco perché

Sembra essere trascorso un secolo da quando le famiglie italiane attendevano con ansia il periodo degli sconti per effettuare i loro acquisti, per rinnovare il loro guardaroba o più semplicemente per comprare oggetti più o meno utili. I saldi non funzionano più come dovrebbero: è negativo, su questo tema, il presidente di Confesercenti Silvano Meneguzzo, secondo il quale è difficile riproporre la tradizione dei saldi e ripristinare quell’interesse di un tempo.

Saldi 2017 criticiNe è la prova l’atteggiamento diverso degli italiani in merito agli acquisti da effettuare durante il periodo degli sconti: niente più stratosferiche spese, niente più file fuori dai negozi o dai centri commerciali, sembra essere del tutto scemato l’interesse per gli sconti.

Ma quale potrebbe essere il motivo di un interesse ormai sempre meno marcato? Secondo il presidente di Confesercenti, è possibile che la “colpa” sia attribuibile ai normali cambiamenti del mercato, che propone continuamente sconti, offerte e promozioni al cliente, non più interessato quindi all’attesa degli sconti per fare qualche buon affare. Un altro motivo di disfatta potrebbe essere il minore incremento del turismo, che porta l’economia italiana ad un periodo di stop. Per un bilancio definitivo, però, occorre attendere ancora un po’, ovvero che il periodo degli sconti sia terminato.

 

creami-giga

Risparmiare su telefonate, sms e Giga di Internet con le migliori offerte e promozioni Poste Mobile

C’è ancora poco tempo a disposizione per approfittare delle offerte Poste Mobile, che propongono, esattamente come gli operatori concorrenti, minuti e Giga Internet a prezzi davvero concorrenziali ed ottimali. Vediamo, quindi, nel dettaglio come risparmiare grazie alle offerte di Poste Mobile: la prima proposta interessante si chiama Creami Giga 1, seguita poi da Creami Giga 3 e Creami Giga 5.

creami-gigaIn realtà, si tratta sempre della stessa tipologia di offerte proposte e volute da Poste Mobile: con la prima, abbiamo l’opportunità di navigare con 1GB di traffico Internet incluso, e 1000 crediti da utilizzare come sms, telefonate o Internet, al costo di 10 euro ogni quattro settimane.

Con l’offerta Creami Giga 3, i GB di traffico incluso diventano 2, e ad essi si aggiungono sempre i 1000 crediti che si possono suddividere e quindi utilizzare tra telefonate, sms e minuti Internet: in questo caso, il costo è di 12 euro ogni quattro settimane.

Creami Giga 5, invece, costa 16 euro ogni quattro settimane e propone, però, 5GB di traffico Internet incluso per navigare in qualunque momento e ovunque si desideri, a cui si aggiungono i 1000 crediti, che si possono utilizzare per messaggi, Internet e telefonate. Si ricorda che 1 credito equivale ad 1 minuto, 1 sms e 1Mb di traffico Internet, e che le offerte si possono attivare entro il 27 novembre 2016.

accusa-a-google

Accusa a Google: abuso di posizione dominante e soffocamento della concorrenza

L’accusa mossa a Google è delle più facili da comprendere, vista la particolare situazione: abuso di posizione dominante. Ed è facile da capire perché il colosso di Mountain View è accusato di soffocare la concorrenza dal punto di vista degli acquisti e dello shopping, rendendo di fatto difficili le scelte dei consumatori ed agevolando i suoi stessi canali di vendita.

accusa-a-googleÈ abbastanza chiaro da comprendere, se pensiamo soprattutto a tutte quelle volte in cui abbiamo cercato un prodotto su Google – magari proprio un prodotto che avremmo voluto acquistare – e la prima immagine che ci è andata all’occhio è stata quella proposta da Google shopping, con quel prodotto venduto da una piattaforma o da un sito specifico. È facile capire che, in una modalità così semplice, intuitiva e chiara, il cliente vada immediatamente a cliccare sul sito proposto – di cui si vedono anche le immagini in anteprima – riducendo così di fatto la visibilità ad altri siti, come ad esempio quelli di comparazione prezzi.

L’accusa a Google era stata mossa dalla commissaria alla concorrenza, Margrethe Vestager, su segnalazione diretta alla Commissione Europea da parte dei siti interessati dall’abuso di posizione del colosso. Che ha risposto, sotto la voce del vice presidente Kent Walker, che il cliente o potenziale consumatore raggiunge i siti dei venditori con diverse modalità, tutte accettabili e tutte chiaramente comprensibili.

E che i normali cambiamenti del mercato generano altrettanti cambiamenti tra i concorrenti. Nulla, quindi, da addebitare a Google: ma come risponderà a questo punto la Commissione Europea?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi