Category Archives: politica

Home / news / politica
8 Posts
Matteo Salvini su nave Diciotti

Matteo Salvini su nave Diciotti: il Ministro dell’interno vuole approfondire sul caso della nave Diciotti autorizzata a far sbarcare i migranti dal Capo dello Stato

Matteo Salvini su nave DiciottiIl vice presidente del consiglio dei ministri Matteo Salvini sarebbe rimasto basito da quanto successo nelle ore precedenti che hanno visto lo sbarco dalla nave Diciotti dopo la ricevuta autorizzazione da parte del capo dello Stato: il capo dalla Lega ha rassicurato che comunque farà di tutto per garantire la sicurezza degli italiani, in quanto è il Ministro dell’Interno ed è questo il suo dovere.

Il Ministro dell’interno è costantemente a lavoro per evitare le partenze di immigrati che poi vanno a causare sbarchi e morti: l’autorizzazione allo sbarco da parte del Capo dello stato è stata criticata anche dai comuni cittadini che non ricordano episodi dei precedenti governi, in cui un ministro dell’Interno venga scavalcato in questa maniera dal Presidente della Repubblica.

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella non è nuovo a questo genere di comportamenti, basti pensare al primo tentativo di governo da parte di Luigi di Maio e Matteo Salvini, dove il Capo dello Stato non aveva accettato che il Ministro Savona fosse Ministro dell’Economia per le sue idee antieuropeiste.

Fiat Melfi

Fiat Melfi: lo sciopero è stato proclamato da parte dell’Unione Sindacale di Base dopo che la Juventus ha acquistato Cristiano Ronaldo e le giornate coinvolte dallo stesso saranno dal 15 al 17 luglio

Fiat MelfiDa quando la Juventus ha acquistato il 5 volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo sono tante le gioie da parte degli tifosi e dagli amanti del calcio italiano, ma ci sono anche forti polemiche che vedrebbero la società Juventus legata strettamente alla società Fiat che soprattutto negli ultimi anni è stata costretta a volte a sacrificare gli operai per poter salvaguardare gli interessi aziendali.

L’acquisto di Cristiano Ronaldo ha fatto infuriare alcuni dipendenti fiat e l’Unione Sindacale di Base ha proclamato uno sciopero per le giornate che vanno dal 15 al 17 luglio: il motivo sarebbe legato al prezzo speso per Cristiano Ronaldo che ammonterebbe a 105 milioni di euro più i 30 milioni all’anno che serviranno per il suo quadriennale.

Per il sindacato i sacrifici economici degli operai della fiat non sono direttamente proporzionali con l’acquisto di Ronaldo e per cui lo sciopero è stato proclamato per questo: rimane comunque da capire se sia giusto dare delle responsabilità alla Juventus che è comunque una società diversa dalla fiat anche e degli Agnelli.

Ladri a casa di Prodi

Ladri a casa di Prodi. Era accaduto qualche giorno fa, quando Romano Prodi e consorte erano a udienza del Papa, concessa alla diocesi di Bologna, ma senza fare i conti con i ladri che gli hanno svaligiato la casa

Ladri a casa di ProdiRomano Prodi e la moglie Flavia sono stati colpiti duramente dai ladri che hanno approfittato della loro casa libera, in quanto i due coniugi si trovavano a Roma per partecipare ad una udienza dal Papa organizzata dalla diocesi di Bologna.

I ladri hanno portato via un proficuo obiettivo sia sotto l’aspetto economico che sotto quello affettivo: i delinquenti hanno derubato Romano Prodi e moglie di valori pari ad un importo di 30.000 euro e di tanti documenti che avevano valori vari come le 38 lauree ad honorem.

I due coniugi sono stati colpiti soprattutto sotto il profilo affettivo in quanto nella refurtiva, erano presenti i ricordi di una vita come la spilla regalata a Flavia dalla nonna.

Gli inquirenti sono a lavoro per escludere piste alternative a quelle del furto in appartamento inteso come tale: l’ex presidente Romano Prodi ha ricoperto importanti ruoli politici ed è doveroso riuscire fare luce su quanto accaduto, senza escludere alcuna pista in maniera troppo precoce.

Giornalista preso a schiaffi

Giornalista preso a schiaffi da ex Ministro Landolfi: molto grave l’episodio. Un giornalista della trasmissione “Non è l’arena” di Massimo Giletti è stato colpito dall’ex Ministro Landolfi attraverso un violento schiaffo.

Giornalista preso a schiaffiUn gravissimo episodio ha sconvolto il mondo del giornalismo che è tanto vicino a Danilo Lupo in quanto è stato aggredito dall’ex Ministro Landolfi: il giornalista stava intervistando Landolfi per conto della trasmissione di Massimo Giletti “Non è l’arena”, sulla tanto discussa tematica che vede i vitalizzi ai politici spesso ingiusti.

Il Ministro Landolfi, come si nota dal video messo in onda dalla trasmissione di La 7 e adesso alla portata del Web con migliaia di visualizzazioni, ha colpito con un fortissimo schiaffo il giornalista Danilo Lupo mandandolo quasi in KO, soltanto perché probabilmente non è rimasto soddisfatto dalle domande scottanti da parte di chi fa il suo mestiere.

Il gravissimo episodio è avvenuto tra i vicoli di Montecitorio e tanti sono stati i testimoni rimasti sbigottiti ed increduli dal violento comportamento dell’ex Ministro: il tema dei vitalizi è davvero scottante e a farcelo notare è il comportamento di un politico che da adesso in poi farà più paura ai giornalisti e agli italiani indignati che potrebbero avere ancora più motivi per esserlo.

Partito democratico

Partito Democratico: è amara la decisione di Matteo Renzi, che ha fatto la sua scelta dopo i tristi risultati delle elezioni. L’ormai ex segretario del partito lascia la guida del PD perché, visti i risultati avuti alle politiche appena concluse, bisogna aprire una pagina nuova

Partito democraticoDopo ore di riflessioni e ripensamenti con il suo stato maggiore, Matteo Renzi ha deciso di lasciare la guida del Partito Democratico in maniera tale da consentire l’apertura di una pagina nuova che possa anche permettere al suo partito di raccogliere i pezzi della sconfitta e poter tornare a dare il suo peso anche all’opposizione.

Dopo aver perso in credibilità ed efficacia, quindi, l’ex presidente del Consiglio ha preso la sua decisione. Inizialmente, Renzi avrebbe voluto guidare il partito fino alla formazione del nuovo governo per poi portare il partito alla fase congressuale ma l’addio alla guida del suo partito è arrivato nel tardo pomeriggio del giorno dopo le elezioni.

Egli ha fatto intendere anche che il PD non sarà mai un partito in grado di fare inciuci con Movimento 5 stelle e Lega in quanto ci sono dei chiari elementi distintivi tra il Partito democratico e loro, come ad esempio l’antieuropeismo e il loro odio verso gli avversari politici.

Nascita governo

Nascita governo: sarà possibile? Con i risultati delle ultime elezioni si può attestare che la formazione di un governo stabile sarà difficile in quanto nessun partito possiede una maggioranza assoluta in parlamento

Nascita governoGli Italiani hanno partecipato volentieri alle consultazioni elettorali del 2018, in quanto la voglia di scegliere un proprio governo era tanta e mancava ormai da qualche anno.

Ne è stata la prova schiacciante il fatto che l’affluenza alle urne si è attestata intorno al 73%, una percentuale che ha visto gli italiani votare per più coalizioni manifestando una chiara e netta preferenza solamente se parliamo di un singolo movimento politico come quello dei 5 stelle.

Appare perciò chiaro, al momento attuale, che non essendoci una maggioranza netta e assoluta sarà difficile formare un governo e il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella dovrà essere in grado di conferire un incarico pieno come di consueto oppure esplorativo anche se non è espressamente previsto dalla Costituzione, nel caso in cui le consultazioni elettorali non abbiano prodotto risultati significativi.

Nel caso in cui venga scartata l’ipotesi del governo esplorativo il Presidente Mattarella dovrà conferire l’incarico alla persona scelta dai gruppi di maggioranza che costituirà un governo per poi ottenere la fiducia dal Parlamento.

Piano Vaccini 2017

Piano Vaccini 2017: pubblicato in Gazzetta il 18 febbraio scorso, garantirà protezione per molte patologie e  malattie infettive

Si ritorna a parlare di vaccinazione, ed in particolare del nuovo piano vaccini, un piano di Protezione Vaccinale che, stando alle ultime notizie, dovrebbe rappresentare e indicare tutti i vaccini e le protezioni offerte, in maniera del tutto gratuita, dal Sistema Sanitario Nazionale. All’interno del nuovo Piano Vaccini 2017 – che coprirà fino all’anno 2019 e che è stato pubblicato in Gazzetta il 18 febbraio scorso – verranno infatti inseriti diversi tipi di vaccino contro le infezioni più frequenti (ma anche le più pericolose) per bambini e anziani.

Piano Vaccini 2017Tra i vaccini garantiti in maniera gratuita vi sono: Anti Pneumococco e Zoster – che saranno garantiti soprattutto ai pazienti anziani – ma anche anti Meningococco b, Rotavirus e Varicella per i bambini. Una novità importante ed assoluta è la vaccinazione anti Papillomavirus, che non sarà garantita solo alle donne, ma anche ai pazienti maschi, in particolar modo nel periodo dell’adolescenza, uno dei più gravosi e pericolosi per quel che riguarda le malattie infettive causate da rapporti promiscui e non protetti.

Il Piano di Vaccini è stato determinato in collegamento con i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, anch’essi una novità assoluta e molto importante perché non erano aggiornati d ben 15 anni, ed oggi garantiscono una serie di novità importanti per quel che riguarda la possibilità di ottenere trattamenti e diagnosi con sostenimento da parte del Sistema Sanitario Nazionale.

renzi

La Legge di Stabilità per il 2017 è ancora al tavolo delle trattative, cui partecipa il governo insieme con le parti sociali. I punti in discussione sono molti, tra cui spicca sicuramente il nodo riguardante le pensioni.More Link