Category Archives: news

Home / news
379 Posts

La questione rinnovo del contratto tra la Juventus e l’argentino Paulo Dybala ogni anno infiammano le più grandi testate giornalistiche che si divertono a scrivere titoloni in attesa di una fumata bianca o di un trasferimento ad un’altra società.
L’anno scorso sembrava essere arrivato il momento del trasferimento di Dybala , prima si parlava di Manchester, sponda United e poi Tottenham , alla fine però non se ne fece nulla.
Proprio questa stagione ha evidenziato , seppur ce ne fosse ancora bisogno che il numero dieci juventino è un top player tanto da meritarsi un rinnovo di contratto e quindi un’adeguamento economico importante.

La juventus e Jorge Antun stanno parlando della questione rinnovo già dal mese di dicembre e proprio ora che sembrava esserci massima intesa con la dirigenza , complice anche l’arrivo di Pirlo che sembra puntare in maniera forte sull’argentino , si sono presentati degli intoppi anche abbastanza importanti.
In piena fase di austerity per la squadra di Torino , la richiesta di Dybala sembra essere fuori luogo , infatti la Joja ha chiesto di guadagnare più di tutti , eccetto dell’amico Ronaldo che percepisce ben dodici milioni di euro a stagione , inoltre pretende di sapere in che ruolo giocherà la prossima stagione , poichè è stufo di sacrificarsi al solo scopo di mantenere gli equilibri tattici di squadra.

Visto il periodo di profonda crisi economica , molti pensano che in caso di maxi offerte da parte di club spagnoli o inglesi , quindi con cifre vicino ai 100 milioni di euro , la Juventus possa cedere la sua stellina argentina per rimettere prima di tutto i conti n regola e puntare poi diritto su di una punta di fama mondiale.
Quindi anche l’incedibilità di cui tanto parlano a Torino sembra non essere più così tanto sicuro.
I tifosi sperano in un pronto rinnovo del contratto e sono pronti a vedere l’argentino alzare la Champions con la maglia bianconera

 

Il Covid-19 che ha distrutto non solo l’economia di interi Paesi , vedi l’Italia, la Cina , la Spagna e tante altre realtà ma anche fatto contare decine e decine di morti , tutt’oggi non si ferma e circola tra noi in maniera indisturbata
Già dai primi giorni in cui questo virus ha seminato il panico , gli esperti del settore non avendo a disposizione nessun tipo di cura hanno sempre sottolineato che l’unica soluzione per porre fine a questa pandemia fosse la scoperta di un vaccino, che ancora tutt’oggi sembra non essere pronto , anche se in alcuni Paesi la sperimentazione è già a buon punto e sembra dare risultati abbastanza confortanti.

Come è ben noto un pò a tutti , esistono dei pareri assai discordanti sulla questione vaccini , alcuni vedono questa scoperta come unica e sola ancora di salvezza , altri invece non sono assolutamente in sintonia con questo pensiero , vedendo il vaccino come un secondo pericolo , forse ancora più grande del virus stesso.
Anche tra la maggioranza politica del Governo Italiano ci sono pareri discordanti , il Premier Conte ha sottolineato più di una volta di non essere favorevole all’obbligatorietà , mentre il leader di ItaliaViva , Matteo Renzi è assolutamente favorevole a renderlo obbligatorio per l’intera popolazione.

Il comitato tecnico scientifico sembra seguire la linea del Premier , infatti ufficialmente non ha ancora detto niente , ma sembra essere non favorevole all’obbligatorietà.
Esistono poi alcuni aspetti collaterali da prendere in considerazione , tra cui la sperimentazione del vaccino che non essendo molto lunga potrebbe portare a effetti collaterali e quindi a numerosissime domande di risarcimento che andrebbero a gravare sulla casse dello Stato Italiano.
Parere importante su tale questione lo esprime Walter Ricciardi  scienziato membro dell’Oms e consigliere del ministro della Salute, che vorrebbe rendere obbligatorio il vaccino solo per i bimbi , per i personale sanitario e i dipendenti pubblici come le Forze dell’Ordine.

 

Nella giornata di ieri a Beirut , capitale del Libano che conta oltre  1.200.000 abitanti, si è verificata una vera e propria tragedia che al momento conta più di cento morti , quasi cento dispersi ed oltre cinque mila feriti, ma i numeri , purtroppo, sono in continuo aumento.
Il materiale che ha dato origine alla fortissima esplosione è stato il nitrato di ammonio che da circa sei anni era depositato in alcuni magazzini che si trovavano nell’area portuale dopo un maxi sequestro fatto su una nave con bandiera moldava.
Il governo libanese ha fatto subito scattare gli arresti domiciliari per tutti i funzionari del porto che lavoravano a quell’epoca.

Marwan Aboud attuale governatore della città , nella mattinata di oggi ha annunciato alla stampa una prima stima dei danni fatti dall’esplosione , più di 300 mila abitanti sono rimasti senza casa e in denaro i danni si avvicinano alla cifra di 4 miliardi di dollari.
Le deflagrazioni
causate dal violento scoppio hanno lasciato nella’aria polveri sottili e materiale dannose che alla lunga potrebbe diventare mortale , per questo il ministro delle salute Hamad Hasan invita a chi può di lasciare in maniera abbastanza veloce la città e rifugiarsi altrove.
Negli occhi della povera gente si legge angoscia e tanta paura.

Nell’esplosione sono stati distrutti i silos di grano installati vicino al porto della città , quindi a breve finiranno anche le riserve e la gente non avrà da mangiare , si teme il peggio visto che la città viveva già una profonda crisi economica e finanziaria.
Badri Daher, attuale direttore generale delle dogane del Libano sottolinea che già da molti anni aveva notificato alla magistratura l’urgenza di spostare il nitrato d’ammonio , senza però ricevere alcuna autorizzazione.
Il primo pensiero ora è quello di cercar di salvare più vite possibili , ma la politica ha annunciato di farla pagare cara a chi ha dato vita a questa tragedia senza fine.

Partiamo subito parlando dell’Inter , squadra che nonostante l’arrivo già nella passata stagione di Antonio Conte come allenatore non è riuscita a vincere il tricolore , in questa sessione di calciomercato riconfermerà Alexis Sanchez che firmare un triennale con la squadra nerazzurra dopo l’ottimo finale di stagione disputato al fianco di Lautaro e Lukaku.
Il calciatore cileno che nella sua lunga carriera calcistica ha vestito la maglia di Udinese, Barcellona e Arsenal percepirà uno stipendio pari a sette milioni di euro a stagione.
Aria di cambiamento anche in casa Cagliari , la società attraverso il sito ufficiale ha comunicato il nuovo allenatore , Eusebio Di Francesco e l’arrivo di un nuovo direttore sportivo, Pierluigi Carta.

In casa Milan dopo la riconferma , per latro giusta , di mister Pioli la società ha deciso finalmente di costruire una squadra che potesse lottare contro il predominio della Juventus , in difesa il nome caldo è quello di  Nikola Milenkovic che a Firenze sta offrendo prestazioni brillantissime e che ha già lavorato con il mister rossonero.
Mentre a Benevento festeggiano ancora la promozione in serie A , la dirigenza sta cercando di costruire una rosa per assicurarsi una tranquilla salvezza , il nome caldo è quello di Josè Maria Callejon , operazione difficilissima ma non impossibile.

Il calciomercato estero conserva delle scoppiettanti news , il Manchester United secondo i reporter di Sky Sport UK sarebbe vicinissimo all’acquisto di Jadon Sancho esterno del Borussia Dortmund che attualmente ha una valutazione di mercato intorno ai 120 milioni di euro.
In casa Bayern Monaco ci sono novità importanti , il fantasista Philippe Coutinho tornerà al Barcellona ma la sensazione e che sarà solo di passaggio in quanto il Tottenham sarebbe davvero assai propenso ad assicurarsi le prestazioni del giocatore.
Nonostante il Covid-19 abbia aperto una profonda crisi economica  anche nel mondo del calcio le società pur di vincere un titolo sono disposte a sborsare assai denaro.

Molto spesso , mi verrebbe da dire purtroppo, chi nella vita ha avuto la fortuna di avere un talento lo spreca esaltando cattive abitudini che con l’andare del tempo inevitabilmente lo porteranno a non esplodere nel proprio ambito.
Ecco che cercherò di fare un’attenta analisi e sopratutto soggettiva di un talentino del calcio italiano , che da circa due anni impressiona gli addetti al calciomercato , ma che troppo spesso fa parlare di se per fatti accaduti del tutto negativi.
Nicolò Zaniolo nasce a Massa nel 1999 , attualmente è un calciatore della Roma e ha già debuttato in Nazionale maggiore siglando anche due favolosi gol.

L’ultima vicenda che coinvolge il talentuoso centrocampista italiano riguarda una serata fatta proprio pochi giorni fa in una nota discoteca di Villa Borghese , dove sotto i riflettori dei paparazzi presenti in quel luogo sono finiti alcuni atteggiamenti poco consoni del calciatore.
Le foto di Zaniolo che indisturbatamente fumava una sigaretta , abitudine sbagliatissima per un calciatore del suo livello, sono finite su tutti i giornali di gossip più importanti del nostro Paese , scatenando prima l’ira della società di appartenenza e poi dei tifosi che sono super innamorati del talentino.
Tanti sono stati i paragoni fatti, chi l’ha paragonato a Mario Balotelli , eterno bambino, chi addirittura , come atteggiamenti fuori dal mondo del calcio , a Diego Armando Maradona.

In un momento  importante della sua carriera , dove i riflettori dei top club mondiali sono puntati tutti su di lui , Nicolò ha fatto una pessima figuraccia , anzi alcuni hanno immediatamente cambiato idea su di lui.
Si spera che questa futura stella del calcio mondiale non sprechi il proprio talento pensando troppo al dio denaro e alla bella vita , che con le dovute moderazioni potrà tranquillamente fare.
Il nostro augurio e che Zaniolo nel più breve tempo possibile ritorni a far parlare di sè per le magie fatte sul rettangolo verde e non per altre situazioni.

Quasi tutti noi abbiamo l’abitudine di leggere e informarci su internet su alcuni piccoli accorgimenti e abitudini da mettere in pratica  affinchè il nostro organismo non si usuri velocemente e stia sempre in ottime condizioni.
Sia in televisione che sui giornali spesso è capitato sicuramente di leggere ottime notizie a livello di benefici sul nostro organismo riguardante l’acqua con una spremuta di limone , dopo alcuni particolari studi possiamo finalmente dire che tutto ciò è una certezza ,anzi in questo articolo vi spiegheremo in maniera dettagliata  quando farlo e perchè farlo.

Innanzitutto ci preme dire che un bel bicchiere di acqua con una spremuta di limone fa sempre bene , ma è consigliabile berlo la  sera, prima di andare a dormire , con stomaco e vescica entrambi vuoti ; grazie a questa piccolissima ma utile abitudine in pochi giorni  riuscirete a liberarvi di tanti piccoli problemi di salute , ecco che ve ne elencheremo qualcuno.
Il primo beneficio e forse anche il più importante riguarda lo stato di idratazione , acqua e limone oltre ad essere una bevanda  dissetante aiuta a mantenere un buon livello di idratazione corporea, cosa assai complicata sopratutto nei pazienti anziani e in generale nel periodo estivo , dove il caldo causa eccessiva perdita di liquidi.

Inoltre agisce come effetto detox in quanto oltre a far perdere liquidi e quindi a ridurre il peso corporeo , è un ottimo fattore contro l’infiammazione, contiene assai potassio e quindi va a rafforzare molto il nostro sistema immunitario.
Il perchè bere questo mix la notte è assai facile da capire , in quanto durante l’intera giornata siamo soliti accumulare molto tossine che portano danni al nostro organismo , essendo che l’acqua e limone è disintossicante è preferibile berla prima di andare a letto in modo che il nostro organismo possa riposare meglio e svegliarsi carico per affrontare la giornata seguente.

Vicenda alquanto disgustosa nella Caserma Levante dei Carabinieri in via Caccialupo a Piacenza , dove sono stati indagati ben 10 militari , soltanto il piantone non è accusato di nessun reato.
Il magistrato che si occupa della vicenda ha posto i sigilli alla caserma , cosa che non si era mai verificata prima di questa situazione , i militari avevano organizzato una vera e propria piramide criminale in stile Gomorra , si occupavano di tutto, dallo  spaccio di droga, per lo più hashish, ricettazione, estorsione, tortura, arresto illegale, lesioni personali, peculato, abuso d’ufficio, fino alla violenza privata e truffa.

Questa organizzazione criminale durava da oltre tre anni e a capo vi era l’appuntato Giuseppe Montella che più volte ,come si evidenzia dalle intercettazioni telefoniche era orgoglioso di ciò che stava creando insieme ai suoi colleghi , appuntati scelti Salvatore Cappellano, Angelo Esposito, Giacomo Falanga e del carabiniere semplice Daniele Spagnolo.
Addirittura in caserma giravano noti spacciatori della zona che si fotografavano insieme ai carabinieri con mazzette di soldi e bottiglie di champagne.
Il pusher con il quale la piramide era strettamente collegata era Daniele Giardina che durante una dichiarazione ai PM di Piacenza ha descritto il tutto come le scene del film Gomorra , di Roberto Saviano.

A curare le indagini è stato il  Procuratore capo di Piacenza Grazia Pradella che dopo tante intercettazioni e indagini ha ordinato gli arresti , sottolineando che ormai in quella caserma non vi era più nulla di legale.
Il mondo della politica non perde tempo a dire la propria opinione su questo terribile fatto , il ministro della Difesa Lorenzo Guerini si schiera al fianco dell’Arma dei Carabinieri , Matteo Salvini chiedi che chi ha sbagliato paghi duramente.
Il giudice Luca Milani che si occupa del caso , dedica quest’atto di giustizia a due grandi eroi del passato , ovvero i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino deceduti per combattere ogni forma di illegalità.

 

Nel mondo intero ci sono circa 425 mila pazienti che soffrono di diabete, ovvero una  malattia cronica caratterizzata da un eccesso di zuccheri (glucosio) nel sangue, nota come iperglicemia. Si divide in due forme principali: il diabete di tipo 1 ed il diabete di tipo 2.
La sua insorgenza è strettamente legata all’ormone insulina ,può dipendere da una ridotta produzione di insulina , dalla scarsa sensibilità all’ormone da parte dei tessuti bersaglio o, infine, da una combinazione di questi fattori.
Essendo una malattia che accompagna l’essere umano che ne soffre fino alla morte , se non curata in maniera maniacale e soprattutto appropriata può portare a conseguenze gravi e anche invalidanti , come la cecità.

Alcune fonti come “mondosanità.it” ci informano che da poco sono state deliberate le linee guida per far richiesta del bonus diabete per l’anno 2020.
Possono accedere a questo fondo d’aiuto soltanto le persone che dimostrano di avere una patologia invalidante collegata che è conseguenza diretta del diabete mellito, tutto questo dovrà essere accertato dal proprio medico di famiglia che poi invierà la documentazione all’Inps , quest’ultima tramite una commissione controllerà i requisiti per capire se accogliere o meno la domanda.
Oltre a questo aiuto economico , le persone affette da tale patologia hanno diritto a molte agevolazioni che spesso pochi o nessuno conosce.

Chi ha un’invalidità legata al diabete pari all’80% ha diritto alla pensione anticipata, ovvero a 55 anni e 7 mesi di età per le donne e 60 anni e 7 mesi per gli uomini, agevolazioni fiscali anche sull’acquisto di materiali elettronici come televisioni , computer ecc..
Inoltre si hanno agevolazioni anche sull’acquisto di automobili e ciclomotori , in alcune regioni le persone affette da diabete mellito sono esenti anche dal pagare il bollo auto.
Inoltre qualsiasi familiare che deve per forza di cose deve assistere il paziente con diabete ha diritto ad alcuni giorni di permesso in più sul luogo di lavoro e ad un piccolo assegno economico.

Nel posticipo della 34.a giornata di Serie A si è svolta la gara di calcio tra la Juventus che ormai da anni è in testa alla classifica e la Lazio , che grazie ad un grandissimo allenatore come Simone Inzaghi ha dato filo da torcere ai bianconeri per la corsa alla vittoria dello scudetto.
La partita è terminata con il risultato di 2-1 in favore dei ragazzi allenati dal condottiero Maurizio Sarri allungando a +8 sull’Inter e mettendo le mani , salvo imprevisti, sul nono scudetto di fila dell’era Andrea Agnelli.
Il protagonista della serata , come accade quasi sempre è Cristiano Ronaldo che regala ai tifosi juventini una fantastica doppietta.

Quella di ieri era forse l’ultima partita più difficile e la Juve anche se con qualche difficoltà l’ha vinta grazie al suo uomo simbolo , Cr7 che si regala anche la testa della classifica, insieme a  Ciro Immobile ,  dei marcatori della Serie A Tim.
La gara non ha mostrato spunti di grande calcio , a prevalere in questo periodo è la poca condizione sia fisica che mentale dei calciatori , a prevalere è stata la lucidità dei bianconeri e la maestosità di Ronaldo.
I piani tattici messi in campo da Sarri sono saltati prima dell’inizio della gara a causa dell’infortunio di Higuain che doveva giocare titolare , il suo posto è stato poi occupato da Dybala

Nel primo tempo però a parte qualche giocata qua e là sulla trequarti, la sfida si è rivelata equilibrata, eccezione fatta per un palo colpito dal terzino Alex Sandro sull’assist del compagno di reparto De Ligt.
Nella ripresa la storia è cambiata , la Juventus è entrata in campo molto più motivata e grintosa , al resti ci hanno pensato i due difensori biancocelesti che hanno permesso a Ronaldo di siglare una doppietta.
Anche quest’anno la Juve si avvicina a festeggiare l’ennesimo scudetto.

 

Lo scorso anno quando la società bianconera capitanata da Andrea Agnelli e tutto il suo staff avevano deciso il cambio di panchina , poichè Massimiliano Allegri non era riuscito a portare nella bacheca della Juventus la tanto desiderata UEFA Champions League , tutti i tifosi aspettavano l’arrivo di un allenatore esperto e che nel suo bagaglio avesse esperienze positive in campo Internazionale.
Invece il direttivo bianconero formato da Pavel Nedved e Fabio Paratici in massimo accordo con il presidente Agnelli optarono per Maurizio Sarri , allenatore in quel momento della storica rivale Napoli , tra le perplessità di tutto l’ambiente juventino , tifosi e non.
La stagione che sta per concludersi , nonostante la quasi certa vittoria dello scudetto , non è per niente positiva.

Già da inizio anno calcistico , le qualità di mister Sarri non sono mai riuscite a venir fuori , nonostante era sotto gli occhi di tutti il grande gioco che aveva trasmesso alla sua ex squadra , che anche a Torino aveva dato dimostrazioni di giocare forse il calcio più bello della Serie A.
Tralasciando qualche bella partita disputata dai bianconeri , i tifosi purtroppo ricordano molte più prestazioni scialbe e sopratutto sonore sconfitte , come quella contro il Napoli in finale di coppa Italia.

Dopo la partita di ieri sera contro il Sassuolo che con tutto il rispetto ha un monte ingaggi rispetto a quello della Juventus , molto molto misero, la società sembra essersi innervosita e non poco nei confronti dell’allenatore.
Alcune voci che circolano parlano addirittura di un esonero di Sarri nel caso di sconfitta nel prossimo match decisivo contro la Lazio , che forse decreterà la fine del Campionato.
Nel caso che l’ipotesi detta precedentemente fosse vera , la squadra sarà traghettata verso il finale di stagione o dall’allenatore della Primavera ,  Lamberto Zauli, o si pensa addirittura al doppio ruolo , allenatore-giocatore da parte dell’intramontabile Gigi Buffon

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi