Category Archives: Arredamento

Home / Arredamento
22 Posts
Permessi per ristrutturare casa

Permessi per ristrutturare casa: cosa serve? Tutto cambia a seconda del tipo di interventi da fare

Permessi per ristrutturare casaQuali permessi dobbiamo ottenere per la ristrutturazione della nostra casa? La questione relativa a permessi ed autorizzazioni è molto importante e non va affatto sottovalutata, perché in caso contrario il rischio sarebbe quello di beccarsi una bella multa e nel peggiore dei casi anche il blocco dei lavori.

Quando decidi di ristrutturare il tuo immobile, devi essere quindi pienamente consapevole di tutto ciò che ti serve per fare le cose per bene, e devi pertanto pensare sia alla parte relativa ai soldi, sia a quella relativa ai permessi. Il budget è un aspetto essenziale, ma da solo non basta: infatti, per essere davvero tranquillo sul da farsi, occorre che tu sappia quali permessi ti occorrono a seconda del tipo di intervento da fare.

In linea di massima, possiamo dire che il Permesso di Costruire (che è legato al cosiddetto vincolo dell’ente, che può decidere autonomamente se fornire o meno il permesso) è richiesto per interventi strutturali e che vadano a modificare il volume e la cubatura dell’immobile. In caso contrario, può essere sufficiente una “semplice” SCIA, anche chiamata Segnalazione Certificata di Inizio Attività: è sempre bene però informarsi bene presso lo Sportello Unico dell’Edilizia del proprio comune.

Ristrutturare casa cosa sapere

Ristrutturare casa cosa sapere: è importante che si conoscano bene i permessi e le autorizzazioni da ottenere, prima di procedere con qualunque tipo di lavoro

Ristrutturare casa cosa sapereLa ristrutturazione di una casa potrebbe sembrare qualcosa di complesso e pieno di difficoltà, ma in realtà al giorno d’oggi vi sono molte opportunità per ottenere dei risultati ottimali, senza alcun tipo di problema né economico né dal punto di vista di multe e sanzioni, purché chiaramente si rispettino le regole.

Chiaramente, per evitare multe e sanzioni è tuttavia opportuno conoscere quali sono le autorizzazioni e gli eventuali permessi da ottenere, prima ancora di mettere mano sulla propria casa. Non tutti sanno che alcuni interventi possono essere eseguiti senza problemi, ma altri richiedono l’autorizzazione da parte dell’ente competente in materia, che in qualche caso deve esprimersi per consentire o meno la realizzazione del lavoro (o delle opere in generale).

Come comportarsi? In linea di massima, conviene sempre fare riferimento all’azienda o all’impresa o al professionista che si occupa dei lavori, ma è anche importante muoversi autonomamente e chiedere allo sportello competente del comune di residenza, che è quello relativo all’edilizia. In questo modo, si evitano non solo figuracce, ma anche sanzioni e multe che potrebbero essere costose.

Arredare in stile africano

Arredare in stile africano: di cosa è composto questo stile e cosa non deve mancare in una casa arredata seguendo i suoi dettami

Arredare in stile africanoArredare in stile africano è una scelta molto interessante in particolare per chi apprezza i dettami di una cultura diversa da quella occidentale. Ma di cosa è composto lo stile africano? Prima di tutto, possiamo ammettere che lo stile aficano si differenzia, seppur in parte, da quello propriamente etnico: infatti, quest’ultimo è maggiormente orientato verso la scelta di tessuti e di colori sgargianti, mentre quello africano predilige soprattutto mobili ed elementi di arredo naturali, in legno, o in altri materiali comunque naturali come il vimini o il rattan.

Nello stile africano non possono poi mancare altri importantissimi elementi, come ad esempio il giusto uso dei colori: il colore neutro, come il bianco, il marrone, il colore pastello, sono la base di questo stile, che però può anche apprezzare delle tonalità più accese su decorazioni ed applicazioni. Ottima l’illuminazione, che avviene in maniera però più soffusa grazie all’uso di decorazioni sulle lampade, come ad esempio perline, applicazioni ed altri tipi di decorazione come cristalli, e che permettono di ottenere, appunto, una luce soffusa.

Naturalezza, anche nei profumi: si prediligono quelli esotici, in particolare che ricordano la frutta e le essenze a base di agrumi.

Arredamento fai da te sì o no

Arredamento fai da te sì o no? Ecco perché potrebbe essere una scelta intelligente ed anche conveniente

Quando si pensa ad un nuovo arredamento per la propria casa, molto spesso si rischia di entrare in confusione: quali sono le scelte migliori? Come individuare la persona giusta, in grado di aiutarmi ad arredare la mia casa nella maniera più completa possibile ma anche senza spendere un occhio della testa? Queste sono tutte normalissime domande che ci si pone in questi casi: tuttavia, è bene sapere che, specialmente al giorno d’oggi, l’arredamento di una casa non richiede sempre e necessariamente un intervento specifico da parte di un interior design o di un architetto di interni, ma è possibile anche ottenere delle informazioni esaustive in maniera autonoma, aiutandosi proprio con la rete.

Internet è un grande convoglio di informazioni, di novità, ma anche di prodotti e di recensioni: per questo motivo, a seconda del tipo di arredamento che vorresti ottenere, sappi che potrai benissimo chiedere e ottenere delle risposte interessanti in fatto di stile, di dettami, di colori e di materiali da utilizzare, rivolgendoti direttamente alla rete.

Se ci sai fare, e se sei ferrato con il fai da te, potrai inoltre risparmiare moltissimo, ottenendo comunque dei risultati davvero ottimali in fatto di arredo e di stile.

Arredamento messicano

Arredamento messicano: cos’è questo stile, quali sono i suoi dettami, per quale motivo esso viene in genere apprezzato

L’arredamento messicano è sicuramente una scelta molto interessante per chi ama ed apprezza questo genere di stile: possiamo infatti dire che arredare una casa seguendo proprio i dettami dello stile messicano non è una scelta da tutti, in quanto questo genere di arredi prevede da un lato l’uso di colori e tonalità forti e molto accese – che non necessariamente piacciono a tutti – e dall’altro la prevalenza di tutto ciò che è naturale e non artificioso.

Ma come si arreda seguendo i dettami dello stile messicano e per chi è adatta una casa arredata secondo questo stile? Prima di tutto, possiamo dire che l’arredamento messicano è allo stesso tempo semplice e complesso: perché l’uso di materiali naturali – in particolar modo con preferenza per il legno – rende questo tipo di arredo molto semplice, ma è anche vero che esso è anche uno stile che non accetta per niente tutto ciò che è eccessivamente moderno o artificioso. Via libera al legno, ma non al metallo o alla plastica: va da sé che questo genere di arredo si riferisce in particolare alle persone semplici, allegre, dalla personalità brillante e colorata, che non amano in maniera particolare la modernità.

arredamento vintage

Arredamento vintage: è difficile arredare una casa in questo modo? Ecco alcuni consigli per non sbagliare

arredamento vintageL’arredamento vintage è un particolare stile di arredo che fa l’occhiolino a tutto ciò che è antico ma che può essere allo stesso tempo rimodernato e quindi reso il più possibile vicino alle necessità moderne. Quando si parla di stile vintage, si pensa infatti a tutti quegli arredi e quelle tipologie di mobili ma anche di decorazioni, oggetti per la casa e soprammobili, che potrebbero avere una vita nuova proprio grazie al loro riutilizzo o al loro riciclo.

È difficile arredare una casa interamente in questo stile? La risposta a questa domanda è molto più semplice di quanto non si possa immaginare: infatti, l’arredamento di una casa deve essere sempre fatto scegliendo ciò che più ci piace e che in qualche modo evidenzia le nostre effettive esigenze ma anche i nostri gusti e le nostre propensioni estetiche. Pertanto, se ami l’antico e ti piacerebbe l’idea di creare delle novità nella tua casa proprio usufruendo di vecchi pezzi che potresti addirittura riadattare, l’arredamento vintage è senza alcun dubbio la scelta giusta per te: puoi utilizzare tutto ciò che è vecchio e che con l’aiuto della tua fantasia e creatività – o anche di tutorial che potresti trovare online – riuscirai a riciclare, dandogli così una nuova speranza. Un vecchio lavandino, una vecchia bicicletta, un ferro da stiro: tutto può essere riutilizzato, purché sia dato ampio spazio alla tua fantasia!

letto a baldacchino potere

Letto a baldacchino potere: un elemento interessante, espressione della ricchezza e della sovranità. Ecco come veniva predisposto e cosa rappresentava questo tipo di struttura per dormire

letto a baldacchino potereEra considerato come un elemento architettonico molto importante, il baldacchino, nei tempi e nelle epoche in cui questa struttura veniva anche vista come simbolo di potere, oltre che come elemento di protezione. Il baldacchino, era quindi visto come una struttura imponente che serviva per coprire da pioggia e sole sovrani e personaggi pubblici importanti, ed era in genere adornata con drappi e tende, tessuti di una certa importanza e ricchezza, proprio perché serviva come espressione del potere.

Da un certo periodo in poi, questa struttura venne considerata come elemento importante anche nella quotidianità, tanto da divenire elemento d’arredo delle stanze da letto dei sovrani o delle regine: il letto con struttura a baldacchino era considerato come un elemento importante, che esprimeva ricchezza e che denotava la differenza tra chi aveva potere – e poteva permettersi di dormire sotto un “cielo” proprio – e chi, invece, non aveva alcun potere. Anche in questo caso, drappi, colori, tessuti preziosi avevano la meglio: il letto a baldacchino non era altro che l’elemento principe di questo potere, un potere espressivo e simbolico molto presente.

Baldacchino elemento di potere

Baldacchino elemento di potere: una struttura dal grande potere simbolico, ecco per quale motivo

Baldacchino elemento di potereUn tempo era considerato come un interessante elemento di potere: stiamo parlando del baldacchino, una struttura molto antica che veniva utilizzata in un primo tempo dai sovrani, poi anche nel campo religioso, sia come elemento di copertura, sia come elemento simbolico per mostrare il potere di un personaggio importante.

Il baldacchino – da cui al giorno d’oggi si riprende ancora la struttura tipica dei letti a baldacchino, con copertura, che possono essere anche letti moderni e non solo classici – era una copertura formata da un tendone – o comunque da una stoffa – e da quattro aste che venivano sorrette da altrettante persone. Chi si trovava al di sotto del baldacchino – e che stava in genere in posizione seduta – aveva un posto privilegiato rispetto a chi, invece, si posizionava in posizione eretta al di fuori del baldacchino. Non era, quindi, solo un elemento di copertura dal sole o dalla pioggia, ma era anche una sorta di divisorio simbolico tra chi aveva potere e chi era soggiogato da quello stesso potere.

Non a caso, anche nelle processioni religiose di trasporto di oggetti sacri o corpi di defunti sovrani o papi, si era soliti trasportare l’oggetto o la bara al di sotto del baldacchino.

Colori pastello in casa

Colori pastello in casa: potrebbe essere un errore, quello di fare riferimento a tonalità troppo tenui

Colori pastello in casaL’arredamento della casa è sicuramente qualcosa a cui ognuno di noi ama fare riferimento, specialmente quando cambiamo casa o, più semplicemente, quando vogliamo migliorare l’aspetto della casa in cui viviamo. Stanchi, magari, delle classiche combinazioni di mobili, spesso ci troviamo a desiderare di cambiare arredamento e stile dell’immobile che occupiamo, ma, non essendo, nella maggior parte dei casi, degli esperti di interior design, spesso ci troviamo anche a commettere degli errori.

È bene a questo punto ricordare qualche errore in cui è possibile imbattersi, anche per cercare in qualche modo di anticipare eventuali problemi futuri. Tra i vari errori di arredo, vi è quello di utilizzare dei colori specifici, come ad esempio i colori pastello: se in effetti il colore pastello e le sue tenui ma certamente non decise sfumature è qualcosa che ci piace da sempre, è possibile e preferibile giocare con accessori e suppellettili, ma è bene non sperimentare questi colori sulle pareti, perché questo comportamento potrebbe essere a nostro sfavore. Col tempo, infatti, si rischia che quel colore così tenue e delicato figuri come qualcosa di impersonale, che ci stanca e non ci piacerà più.

Mensole a vista in cucina

Mensole a vista in cucina: una tendenza per il 2018 che riguarda le novità dell’arredamento di questo ambiente della casa

Mensole a vista in cucinaL’arredamento della cucina è ad oggi una di quelle  caratteristiche altamente ricercate nella nostra quotidianità. Se solo qualche decennio fa non c’era un grandissimo interesse nell’andare alla ricerca degli elementi di arredo, decorazioni e colorazioni particolari e di gusto estetico rilevante per quel che riguarda questo ambiente della casa, ad oggi le cose sono nettamente cambiate.

Perché il nostro interesse, oggi, non riguarda solo più o solo esclusivamente ambienti come la camera da letto, ma fa ormai riferimento anche ad ambienti come, appunto, la cucina, una stanza molto vissuta e sicuramente molto più vissuta rispetto ad un tempo.

Ma qual è una delle tendenze di grande impatto che riguardano proprio l’arredamento della cucina?

Oggi parliamo di una nuova tendenza che si aprirà nel 2018: l’uso di elemento a vista, come ad esempio scaffali e mensole a vista, di grande impatto ed importanza in quanto rendono possibile l’uso di tutti gli elementi come ad esempio elettrodomestici, accessori e decorazioni, in maniera veloce e facile. Ma non solo: disposti come in una vetrina, questi elementi rendono anche possibile la decorazione armonica ed allegra dell’ambiente, in maniera semplice e istantanea.