Sindrome del Bambino Scosso: parte campagna sensibilizzazione

Sindrome del Bambino Scosso

Sindrome del Bambino Scosso: parte la campagna di sensibilizzazione contro questa forma di maltrattamento che riguarda soprattutto i bambini di meno di un anno

Sindrome del Bambino ScossoSi chiama Sindrome del Bambino Scosso ed è rappresentativa di una forma di maltrattamento sui più piccoli, che spesso è sottovalutata e le cui conseguenze sul piccolo possono avere dei risvolti davvero drammatici e molto rischiosi. La reale incidenza di questo problema in Italia non è facile da quantificare, ma pare che il problema legato a questa sindrome sia molto più esteso di quanto si possa immaginare: e così, è recentemente partita la campagna nazionale che si occupa della sensibilizzazione sulla “Shaken Baby Syndrome”, la “Sindrome del bambino scosso” per evitare le drammatiche conseguenze.

Ma cos’è questa sindrome? Secondo gli esperti, questa sindrome riguarda tutti quei bambini che vengono ripetutamente scossi per essere “risvegliati” da un pianto che appare inconsolabile: quando non si riesce a far smettere di piangere il piccolo, lo si scuote violentemente e ripetutamente, non avendo bene in mente le conseguenze dannose che questo gesto può avere sul loro corpo e sulla loro psiche.

Secondo le stime, pare che 3 casi su 10.000 bambini di meno di un anno di vita, possano essere colpiti da questa sindrome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *