Avere un figlio maschio: ecco cosa emerge da alcuni studi

Avere un figlio maschio. Secondo gli studi delle università inglesi di Exter e Oxford, è possibile aiutare il concepimento di un maschietto assumendo diverse calorie in più rispetto alle abitudini

Avere un figlio maschioNonostante non sia possibile determinare il sesso del bambino da determinati comportamenti ed accorgimenti è comunque curioso sapere che vi sono state alcune indicazioni che provengono in particolare dalle università inglesi di Exter e Oxford in merito.

Infatti, anche se non è possibile determinare il sesso del nascituro con esattezza, i ricercatori di queste università hanno fatto alcuni studi sulla possibilità di spostare le percentuali di avere un figlio maschio rispetto ad una figlia femmina. Chiaramente si tratta di studi del tutto sperimentali e che ancora non possono essere considerati propriamente forti dal punto di vista medico o scientifico ma secondo queste ricerche vi è una vaga possibilità di determinare il sesso del nascituro semplicemente assumendo più o meno calorie a seconda delle proprie esigenze. Infatti se si desidera avere un maschio nei giorni del concepimento bisognerebbe assumere circa 2200 calorie contro le 1850 standard in quanto questo comportamento potrebbe portare ha maggiori probabilità di far nascere un bebè maschio con possibilità che vanno da 50 a 55 % in più.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi