Palermo , la nuova challenge registra la prima morte

Home / Palermo , la nuova challenge registra la prima morte

Giovedì di lacrime e sgomento a Palermo, una challenge che spopola tra ragazzini fa registrare la morte cerebrale di una ragazzina di soli 10 anni.
Questa nuova tendenza purtroppo spopola tra gli adolescenti, lo scopo è quello di mostrarsi forti davanti ad una sfida, che il più delle volte porta a risultati disastrosi, è il caso di ieri quando una ragazzina chiusa nel bagno di casa ha provato a vincere una tappa della “hanging challenge”, questa prevedeva di stringere al collo una cintura, la bimba ha ben pensato di usare quella dell’accappatoio.
I genitori rientrati in casa hanno avvertito subito i soccorsi sanitari.

L’adolescente è arrivata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Di Cristina” in condizioni disastrose, dopo una lunga asfissia il cuore è si ripartito grazie alle manovre dei medici e infermieri ma la TAC encefalo effettuata in Pronto Soccorso ha evidenziato una situazione di coma profondo da encefalopatia post anossica prolungata, ora è ricoverata in terapia intensiva pediatrica per ulteriori accertamenti, ad ora le condizioni sono critiche.
I genitori hanno dato il consenso per la donazione degli organi, gesto nobilissimo fatto in un momento davvero triste per l’intera famiglia.

Un parente che abita nello stesso palazzo dell’accaduto ha raccontato di aver sentito urla e pianti di disperazione proveniente dall’abitazione della piccola, arrivato nel bagno ha trovato i genitori disperati per le condizioni della piccola, stesa a terra priva di sensi e in arresto cardiocircolatorio.
Purtroppo la centrale operativa del 118 non era raggiungibile, cosi che hanno deciso di portare la ragazza al pronto soccorso con l’auto.
In ospedale sono arrivati poi una piccola folla di parenti e qualche amico di scuola della ragazzina, tutti scossi dalla terribile notizia.
I carabinieri della locale stazione hanno sequestrato il cellulare della ragazzina per cercare di capire chi è stato l’ideatore di questo gioco davvero pericoloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi