Carburante: come risparmiare per la benzina

Purtroppo chi viaggia molto lo sa: i rifornimenti sono tra le voci più costose del viaggio. Volendo però si può effettuare il risparmio del carburante: trucchi e segreti da sfruttare sono moltissimi, basta avere l’accortezza di metterli in pratica ogni volta che si viaggia.

Il primo risparmio viene dalla manutenzione della macchina

Una vettura in perfette condizioni di manutenzione consuma molto meno rispetto ad una con pneumatici usurati e motore che non funziona al meglio. Questa semplice verità molti la ignorano e pensano di risparmiare tagliando le spese del meccanico. Invece conviene effettuare tutti i tagliandi periodici e mantenere sempre in buone condizioni la vettura e gli pneumatici, in modo da avere la sicurezza di consumare sempre il meno possibile.

Lo stile di guida

Alcune vetture permettono di visualizzare sul computer di bordo il consumo per 100 km. Se ci si fa caso, la guida aggressiva e sempre al limite può potare a consumare fino al doppio di quella sciolta e rilassata. Correre, accelerare, frenare all’ultimo secondo, sono tutti comportamenti che ci possono portare solo all’ospedale. Muovendosi per le strade cittadine è molto più sensato assumere uno stile di guida rilassato, senza fretta di arrivare a destinazione. Per altro una guida aggressiva in realtà non ci permette realmente di risparmiare tempo: a volte si arriva al lavoro 1 minuto prima del collega, avendo però rischiato l’osso del collo e speso in modo insensato per il carburante.

Sfruttare le offerte

Alcuni distributori di carburante propongono prezzi veramente imperdibili. Se tali distributori sono sulla strada che percorriamo quotidianamente, prendiamo la buona abitudine di sfruttarli il più possibile per il pieno della macchina. A fine mese ci accorgeremo del grande risparmio che ci consentono, con varie decine di euro spese in meno rispetto a quanto preventivato. Alcune leggende metropolitane raccontano che il carburante a basso prezzo in realtà porta a gusti della macchina. Queste notizie vanno trattate per quello che sono, leggende che non corrispondono a verità. Il risparmio in genere è generato dalla quasi totale assenza di personale: i distributori a basso prezzo funzionano da soli, e ogni pompa è fai da te, senza possibilità del servizio di fornitura da parte di un addetto. A volte si possono trovare degli sconti anche presso punti vendita di vario genere, come ad esempio i supermercati. Sono diverse infatti le tessere punti sulla spesa che permettono di ottenere dei coupon per il carburante, o degli sconti sui rifornimenti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi