Il segreto della pubblicità online: il video

Home / Il segreto della pubblicità online: il video
extra

L’immagine in movimento è sempre più regina della comunicazione. Oggi più che mai infatti la produzione video gode di ottima salute vista la rilevanza che ha saputo ricavarsi all’interno delle nuove tecnologie.

È infatti quasi impossibile pensare al mondo internet senza video. In particolare per quanto riguarda la pubblicità l’immagine in movimento ha soppiantato ogni altro media.

A questo proposito basterà sottolineare che secondo ricerche molto accreditate per ottenere la stessa efficacia di un video di un minuto sarebbero necessarie 1.8 milioni di parole.

La pubblicità online

I canali tradizionali per la pubblicità oramai non sono più sufficienti per andare a far crescere la brand awareness di un’azienda. La Web Advertising è infatti praticamente obbligatoria.

Entrare negli smartphone e nei tablet del target aziendale è di fondamentale importanza visto l’utilizzo costante di questi strumenti oramai indispensabili per tutti.

La pubblicità online si dimostra più pervasiva e flessibile rispetto ai vecchi di modi di fare pubblicità e si rivela una risorsa efficace nelle decisioni di acquisto del consumatore.

 

L’advertising integrato infatti è la strategia perfetta per chi vuole massimizzare il ROI di una campagna pubblicitaria. Che cosa è il ROI? L’acronimo significa Return On Investment, ovvero il ritorno dell’investimento.

Negli ultimi cinque anni il mercato digitale è aumentato in maniera spaventosa, senza contare l’impennata senza precedenti che ha avuto nel biennio 2020/2021.

La crescita dell’audience generale attraverso i mobile devices è cresciuta di conseguenza; la pubblicità online tramite video è diventata, come abbiamo già accennato, un obbligo per le aziende.

Video advertising: il protagonista della nuova era

In questo nuovo mondo in cui le aziende si stanno affacciando è necessario che una strategia di brand efficace passi alla Video Advertising, che è sempre più multipiattaforma.

Significa dunque andare a differenziare i contenuti in base alle diverse esigenze della piattaforma e degli utenti. In estrema sintesi: non è sufficiente prendere uno spot TV e aggiustarlo per il web.

 

Bisognerà costruire un racconto, una struttura narrativa capace di sfruttare tutte le potenzialità specifiche della piattaforma in cui il video sarà proposto.

Per un’azienda è importante mantenere sempre il proprio carattere, il proprio segno distintivo, ma anche avvicinarsi quanto possibile al target e alle esigenze delle piattaforme.

Purtroppo, ad oggi, l’attenzione dello spettatore medio è scesa in maniera netta rispetto a qualche anno fa; il multitasking permette di visionare molte cose e di seguirne un’infinità, ma la capacità d’attenzione si riduce.

 

Per questo motivo i video advertising dovranno sapere conquistare l’attenzione del pubblico online già nei primi 15 secondi, adeguando se necessario il contenuto al contesto della fruizione e all’audience.

Il linguaggio video ha la capacità di imprimere nella memoria delle persone il doppio delle informazioni rispetto ad un audio e il triplo di un messaggio da leggere.

La potenza emotiva di un video è senza dubbio incredibilmente più grande rispetto agli altri media: questo vuol dire che se si riesce a conquistare l’attenzione dello spettatore nei primi secondi, egli verrà coinvolto emotivamente.

Ciò consentirà l’aumento della brand awareness aziendale e dell’engagement, veri obiettivi di qualunque campagna pubblicitaria online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi