Category Archives: sport

Home / news / sport
56 Posts

In attesa di avere l’ufficialità dopo il prossimo esecutivo UEFA di Mercoledì, sono ormai decise le nuove linee guida per poter concludere la Champions League 2019/2020.
Dopo aver recuperato quindi le partite di ottavi di finali mancanti, a Lisbona in meno di 15 giorni (precisamente dal 12 al 23 agosto) si svolgeranno le Final Eight.
Ovvero, giocando in un unico stadio neutrale, le migliori 8 squadre d’Europa si giocheranno la vittoria finale.
Sarà una formula del tutto nuova per il mondo del calcio ma che da anni invece accomuna le fasi finali di molte competizioni del Mondo del Basket, come la Coppa Italia o l’Eurolega.

More Link

Durante questo periodo di lock down forzato a causa del propagarsi del Covid-19 anche in Italia , molti di noi hanno capito finalmente l’importanza dell’attività fisica.
Spesso però chi si avvicina per la prima volta a praticare uno sport , è pieno di interrogativi e di dubbi sopratutto riguardanti il tipo di sport da iniziare a fare , i tipi di allenamento e i giorni a settimana in cui bisogna allenarsi.
Per il tipo di sport , la scelta è assai personale in quanto ogni persona ha un certo tipo di confidenza con un determinato sport , per quanto riguarda gli allenamenti e gli orari esistono delle linee guida almeno per i primi momenti.

Prima di iniziare qualsiasi attività fisica  anche a livello amatoriale sarebbe opportuno consultare il proprio medico di fiducia , in modo che ci indichi eventuali attività non idonee per il nostro stato di salute.
Spesso chi è alle prime armi si iscrive in palestra , sarebbe utile affidarsi ad un personal trainer sopratutto nei primi periodi , altri invece iniziano con la corsettina fatta di sessioni di massimo 10 minuti , seguito da un giusto riscaldamento e lo  stretching necessario.
Allenarsi in compagnia di qualcuno già esperto potrebbe essere un’arma in più dal punto di vista motivazionale sopratutto.

Per quanto riguarda la questione tempo , almeno nelle prime settimane non bisogna esagerare , bastano anche sessioni comprese tra i 10-15 minuti per tre volte a settimana in modo che il corpi si abitui alla fatica , preferibilmente scegliere un’attività aerobica con una di resistenza.
Le linee guida ci consigliano di praticare circa 150 minuti di sport a settimana e dividerli tra attività aerobica e attività che aiuti a sviluppare la resistenza, successivamente iniziare a mescolare le due attività seguendo dei corsi specifici.
Quando poi ci si sente sicuri e abbastanza pronti , si passa ad allenarsi cinque giorni a settimana con allenamento misto svolto in max 1 ora.

Il Corona Virus e in particolare la fase di lock down che ci ha imposto di rispettare per il benessere della nostra saluta il Governo Italiano , ha colpito anche il mondo del calcio e in particolare la Serie A.
Da alcuni giorni sembra esserci un’accordo tra la Lega Serie A e il Ministro alla Sport su una possibile ripartenza del campionato , rispettando sempre in maniera attenta le norma anti-Covid-19
La squadra bianconera guidata dal condottiero Maurizio Sarri ha ripreso da circa 10 giorni gli allenamenti , si prospettano numerosissimi cambiamenti per quanto riguarda gli undici titolari.

La Juventus come è ben noto a tutti gli appassionati di calcio è capolista nel campionato di Serie A , ma viene rincorsa in maniera aggressiva , come ormai non succedeva da anni, dalla Lazio che ha una rosa competitiva, dista un solo punto dai bianconeri e mai come questa stagione il trainer biancoceleste è intenzionato a portare nella Capitale uno scudetto che manca da troppo tempo.
Mister Sarri che da sempre è attento e preciso , sta preparando questo finale di campionato avendo in mente una nuova formazione , composta da tante certezze ma anche da qualche dubbio.
Sulla questione portieri non sembrano esserci dilemmi, il polacco Szczesny sembra essere titolare inamovibile.

Questione terzini ben chiara , mister Sarri sembra dare fiducia al colombiano Cuadrado che da terzino sembra rivivere una seconda giovinezza , al lato opposto il brasiliano Alex Sandro da anni ormai offre prestazioni brillanti.
A centrocampo confermatissimo il francese Matuidi , cuore e soprattutto polmoni del centrocampo bianconero , che in sua assenza ha praticamente sempre sofferto , anche in gare all’apparenza assai facili.
In attacco fuori discussione Cristiano Ronaldo , il portoghese anche in età avanzata resta uno dei giocatori più forti al mondo , se non il migliore in assoluto.
I dubbi restano sui difensori centrali , Chiellini dovrà rientrare in maniera graduale , Dybala sembra essere l’indiziato numero 1 per affiancare Cr7, a centrocampo ballottaggio tra Ramsey , Pjanic e Bentancur.

La serie A, dopo mesi di  emergenza seguiti da mesi di polemiche, riunioni e quant’altro, sembra che ripartirà tra il 13 e il 20 giugno.
Le squadre saranno costrette ad un vero e proprio tour de force. 
Infatti, giocheranno praticamente ogni 3 o 4 giorni, in aggiunta alle temperature estive dei mesi di giugno e luglio che accompagneranno tutti i giocatori.
Per ovviare a questo problema, che porterebbe squadre sfinite a fine partita e probabili infortuni, la Figc in accordo con il Ministro dello Sport Spadafora introdurrà un nuovo limite di sostituzioni, ovvero 5.
Quindi ogni allenatore avrà a disposizione 2 cambi in più del solito da poter sfruttare sia a livello tattico che a livello fisico.

More Link

Nel pomeriggio arriva il definitivo sì alla ripresa degli allenamenti collettivi per gli atleti della Serie A da lunedì prossimo, ma con grande e giusta prudenza.
Poi però in serata, intervenendo al Tg1 delle ore 20, il ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha ammesso che una decisione definitiva sulla ripresa del campionato di serie A italiano arriverà tra una settimana.
Ecco le sue parole ufficiali: “La linea di prudenza è la linea giusta da seguire in queste delicate situazioni. Credo che avremo bisogno di come minimo un’altra settimana per vedere l’andamento della curva dei contagi e poi decidere sull’eventuale ripartenza del campionato”.

More Link

A causa della difficile situazione dovuta alla pandemia causata dal Covid-19 quest’anno anche la celebrazione dell’incidente di Superga è avvenuta in streaming, senza calore umano.
Oggi infatti ricorre l’anniversario dell’incidente di Superga dove persero la vita la maggior parte dei calciatori e dirigenti di quella che è considerata una delle più forti squadre di sempre: il Grande Torino.
Causa il divieto di assembramenti quindi, i tifosi del toro non potranno accedere al Colle di Superga per rendere omaggio, per il 71 esimo anno consecutivo, alle vittime di quell’incidente aereo che con molta probabilità ha cambiato il Mondo del calcio italiano ed europeo per sempre.

More Link

Anche il mondo dello sport è stato fermato dall’emergenza virus che ormai da mesi mette in ginocchio l’intera Nazione , e come tutte le attività commerciali e come tutti i liberi cittadini , anche il calcio vorrebbe riaprire , magari rispettando le regole imposte dal governo.
La lega di serie A sta cercando di fare pressione al Governo mantenendosi sempre in continuo contatto con Vincenzo Spadafora attuale Ministro alla Sport , che però ad oggi risulta essere in netto contrasto con gli addetti ai lavori del mondo del calcio.

Il Ministro che più volte ha messo in risalto le sue confusionarie idee sulla riapertura o meno del campionato , nella giornata di ieri ha ben pensato di inviare una lunga lettera ai presidenti dei club di serie A mettendo in risalto un pò di questioni del tutto particolari.
In un primo punto ha invitato i club  ad iniziare a programmare per la prossima stagione calcistica , le sue parole hanno fatto infuriare non poco i presidenti poichè hanno ben capito l’intenzione di non riaprire il campionato sospeso , idea di Spadafora che però è in netta opposizione con il suo Premier che ha annunciato la ripresa degli allenamenti per il 18 Maggio.

Nel secondo punto ha anticipato che alcuni presidenti dei club hanno manifestato con una lettera la volontà di non riaprire i campionati , questo gesto ha sottolineato come il Ministro abbia rapporti più aperti con una piccola fetta di presidente e quindi non garantendo stesso peso e stessi spazio ai club.
Nel terzo punto  ha rimarcato il suo ruolo di Ministro , annunciando che la scelta di riaprire o meno spetta solo ed esclusivamente a lui e poi al Premier , sminuendo, si spera in maniera involontaria la figura del Presidente del Consiglio dei Ministri.
Il mondo del calcio è assai indignato con Spadafora che sembra stia affrontando in maniera leggere la situazione dello sport , dimenticando che dietro ad un club ci sono decine e decine di lavoratori e famiglie.

Chase Carey, presidente di Liberty Media, ha provato a spiegare a tutti gli appassionati come si svolgerà questo mondiale di Formula 1 caratterizzato dalla pandemia di Covid-19.
Come ampiamente pronosticabile, la prima parte di stagione si svolgerà qui in Europa, partendo dal GP di Gran Bretagna a porte chiuse agli inizi di Luglio 2020.
Dopo il periodo europeo quindi, tutto l’apparato della Formula 1 dovrebbe spostarsi in Asia, per poi arrivare in America e alla fine in Medio Oriente. Ovviamente, spiega Carey, tutte questi programmi dovranno tenere conto di un eventuale nuova ondata di Coronavirus in tutto il Mondo.

More Link

L’attaccante dell’Inter, vero trascinatore a suon di Gol prima che il campionato venisse interrotto, ha rilasciato tramite i suoi profili social alcune dichiarazioni al quanto pesanti.
Durante una diretta infatti, il belga ha spiegato che circa un mese fa ha rischiato di perdere la testa a causa del Covid-19.
In particolare nel momento in cui era costretto a stare a Milano lontano dai genitori ma soprattutto dal suo figlioletto.
Poi, arriva la dichiarazione shock: “Abbiamo avuto una settimana libera a fine dicembre. Quando siamo tornati, 23 giocatori su 25 erano malati, giuro”.
Il video in questione è stato rimosso dopo pochi minuti, forse per ordine della Società, o forse per il buon senso del giocatore, che avrà capito di aver potuto scatenare polemiche incredibili.

More Link

Mentre nelle altre Nazioni ma soprattutto a livello UEFA si pensa a come e quando ricominciare i vari campionati e le competizioni europee, i medici e gli scienziati spagnoli sembrano pensarla diversamente.
Infatti oggi, il direttore dell’ospedale da Campo di Ifema, Antonio Zapatero, ha ufficialmente fatto capire che sarà quasi impossibile poter riprendere la Liga (il massimo campionato spagnolo) durante il periodo estivo.
Le dichiarazione del direttore Zapetero quindi vanno in direzione totalmente opposta a quella presa sia dalla Federcalcio spagnola, sia dalla Uefa che stanno spingendo per riprendere i campionati già a giugno.

More Link

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi